comunità di ORIENTAMENTO
CERCA
5X1000
DAI PIU' SPAZIO ALLA SOLIDARIETA':
DONA IL TUO CINQUE PER MILLE AL CENTRO LA TENDA
comunità di ORIENTAMENTO

Sede di riferimento:
Comunità di Orientamento, Via Cristoforo Capone,59   Fratte  Salerno

Segreteria:
Comunità di Orientamento, Via Cristoforo Capone,59   Fratte  Salerno
Tel.: 0039 089.481820    fax: 0039 089.482058
Referente:
Francesca Capobianco

Destinatari:
Detenuti in affido ai Servizi Sociali, in sospensione di pena, agli arresti domiciliari presso la propria abitazione, in carcere;
Assistenti sociali, volontari, educatori, operatori penitenziari.
Attività:
-   
Corrispondenza epistolare;
-    Colloqui in carcere;
-    Rapporto con i familiari, con la rete dei servizi (Ser.T., Tribunale, Servizi Sociali, Avvocati), con la rete territoriale naturale(conoscenti, amici, ex-tossicodipendenti, detenuti reinseriti);
-    Formulazione di un primo piano di intervento;
-    Corsi di formazione per operatori del settore, seminari per operatori.
Metodologia:
Sono previste due fasi: una di pre-orientamento che prevede l'avvio di un rapporto di corrispondenza su richiesta del detenuto, il coinvolgimento della famiglia del detenuto ad operare, il contratto con i familiari e la presa in carico degli aspetti legali relativi alla misura alternativa alla detenzione; una seconda fase di orientamento che prevede la definizione del contratto e la riformulazione periodica dello stesso.
In funzione della proposta pre-orientativa e orientativa ci si propone di organizzare una equipe di coordinamento integrata e situazionale con le diverse funzioni per garantire e monitorare costantemente tutte le informazioni raccolte.
Finalità:
-    Ampliare e valorizzare l'ottica dell'accoglienza, raccordando la rete di servizi, le risorse educative formali ed informali, istituzionali e non, in funzione di un aiuto a detenuti carcerari;
-    Accompagnare la persona verso un cammino personalizzato, coinvolgere il cont4esto familiare e la rete di riferimento istituzionale ed informale;
-    Puntare su un processo di cambiamento improntato all'apertura del dialogo;
-    Favorire una maturazione più consapevole del desiderio del riscatto personale privilegiando la proposta formativa del lavoro (autopromozione, cooperative, etc.)
Rete di riferimento:
Tribunale di Sorveglianza, Tribunale Ordinario, Servizi Sociali per Adulti, Ministero di  Giustizia, Ministero degli Interni, Avvocati, Ser.T..