CERCA
FORMAZIONE

UNO SPOT PER VII edizione


Leggi il regolamento 
e partecipa anche tu 




I DATI DEL SERVIZIO ARIANNA

Servizio di orientamento per i detenuti tossicodipendenti in carcere 


AGENDA CAOSINFORMA 2016



caosinforma 105




caosinforma CENTO per CENTRO

presentazione



 www.caosinforma.it


L'abbecedario di caosinforma2016 


Sfoglia gli altri  caosinforma


IMMIGRAZIONE

parole e fatti


Il pensiero della sera 

segui caosinforma  su twitter

twitter.com/caosinforma


 segui caosinforma su facebook


segui caosinforma sul blog 

caosinformablog.blogspot.it


AGENDA 

CAOSINFORMA 2016

Scaricala in formato PDF



IL SERVIZIO ULISSE PSICODIAGNOSI E PSICOTERAPIA INTEGRATA




TRACCE  DI INTEGRAZIONE

Esperienze di integrazione del

 Centro La Tenda

LA TENDA E LA COMUNICAZIONE SOCIALE 


Il blog di FIERAVECCHIA FAMIGLIA


presenta

LO SCAFFALE

I prodotti multimediali di caos 


In versione pdf

il Blog de Lo scaffale


  IMMAGINARIAMENTE


Il materiale didattico



PROGETTO GIOVANI
CAOSINFORMA GIOVANI 26



LE INIZIATIVE   DEL PROGETTO GIOVANI

ESTATE UTILE A FIERAVECCHIA 2016

I LABORATORI GRATUITI
  scrittura creativa

v. anche caosinforma giovani n.26


LA SETTIMANA DELLO SPORT



CORSO DI DISEGNO 


LEGGI IL REGOLAMENTO E PARTECIPA ANCHE TU!


 FOTOGRAFIA CREATIVA





per info e iscrizioni
  progettogiovani@centrolatenda.it
tel 089228038
La Tenda a Fieravecchia, 
via Fieravecchia,20, Salerno

COMPAGNIA DEGLI AMICI

Il messaggio di Don Nicola Bari 
e il programma della VI festa della Compagnia degli Amici




5X1000
DAI PIU' SPAZIO ALLA SOLIDARIETA':
DONA IL TUO CINQUE PER MILLE AL CENTRO LA TENDA
I SEMINARI DE LA TENDA

I  SEMINARI  de LA TENDA a FIERAVECCHIA


     


ARCHIVIO

       

COOPERATIVE SOCIALI
LINK UTILI
ARCHIVIO NEWS
24/06/2016 - 10:10:52
caosinforma 98

caosinforma 98 è dedicato alla serata finale della sesta edizione di "Uno Spot per". In questo numero   vogliamo documentare quanto è successo ma soprattutto dare spazio a nuove iniziative che si muovono, come “UNO SPOT PER”, nel solco della responsabilità sociale, della cittadinanza attiva, della peer education.

E  continuare a proporre  risposte al malcelato bisogno dei giovani fondati: sulla qualità delle relazioni, sul senso di “prossimità” e di “appartenenza comunitaria”, sulla domanda di valorizzazione delle proprie risorse e di integrazione attiva. Laddove l’ intervento deve essere sulla comunità e non attendere  che lo stato  si sostituisca ai percorsi autonomi che la società civile può e   deve attivare  perché     è solo   con  l’ autoresponsabilizzazione della comunità, a cominciare dai giovani, che si può rispondere ai nuovi bisogni.