CERCA
FORMAZIONE


caosinforma 131


Leggi la versione in pdf



L'Agenda 2019 

del Centro La Tenda


scaricala in pdf


L'agenda online del Centro la Tenda 


caosagenda.wordpress.com

Leggi l'introduzione


caosinforma online



Sfoglia gli altri  caosinforma


Scarica  tutti i caosinforma in pdf


 www.caosinforma.it


caosinforma giovani 33



Scarica l'abecedario familiare in PDF


La Tenda  su facebook



caosinforma INCONTRA 

Le interviste di caosinforma

scarica caosinforma incontra  in pdf


L'AGENDA  2018 

 DEL CENTRO LA TENDA


scarica l'agenda 2018 in pdf



GLI SPOT VINCITORI EDIZIONE 2018





PREMIO MIGLIOR SPOT...2018  

Il futuro,  la mia passione  

I RAGAZZI DEL QUARTIERE


PREMIO SPECIALE COMPAGNIA DEGLI AMICI PER LA SOLIDARIETA' 

UN OCCHIO AL FUTURO
3G SABATINI-MENNA



PREMIO SPECIALE ENRICO GRECO PER L'ORIGINALITA' 


CHE COSA RESTA   

 FFG


PREMIO UNO SPOT PER...LA SCUOLA  

Dici che torneremo a guardare il cielo 

 LICEO ALFANO I


il blog



I DATI DEL SERVIZIO ARIANNA

Servizio di orientamento per i detenuti tossicodipendenti in carcere 


LA TENDA: una storia dai mille volti


IMMIGRAZIONE

parole e fatti


Il pensiero della sera 

segui caosinforma  su twitter

twitter.com/caosinforma


 segui caosinforma su facebook


segui caosinforma sul blog 

caosinformablog.blogspot.it



IL SERVIZIO ULISSE PSICODIAGNOSI E PSICOTERAPIA INTEGRATA


TRACCE  DI INTEGRAZIONE

Esperienze di integrazione del

 Centro La Tenda

LA TENDA E LA COMUNICAZIONE SOCIALE 


Il blog di FIERAVECCHIA FAMIGLIA


presenta

LO SCAFFALE

I prodotti multimediali di caos 


In versione pdf

il Blog de Lo scaffale


  IMMAGINARIAMENTE


Il materiale didattico


skype:live:mario.scannapieco_2?call


   

PROGETTO GIOVANI

UNO SPOT PER 
nona edizione


UNO SPOT PER 

nona edizione
leggi il regolamento



caosinforma giovani n.31

FIERAVECCHIA IN RIVA AL MARE


CAOSINFORMA GIOVANI 26



LE INIZIATIVE   DEL PROGETTO GIOVANI

ESTATE UTILE A FIERAVECCHIA 2016

I LABORATORI GRATUITI
  scrittura creativa

v. anche caosinforma giovani n.26


LA SETTIMANA DELLO SPORT



CORSO DI DISEGNO 


LEGGI IL REGOLAMENTO E PARTECIPA ANCHE TU!


 FOTOGRAFIA CREATIVA





per info e iscrizioni
  progettogiovani@centrolatenda.it
tel 089228038
La Tenda a Fieravecchia, 
via Fieravecchia,20, Salerno

CERCA
LE SEDI
LE SEDI

INFOAREE
LE INFORMAZIONI DALLE AREE
accesso riservato


COMPAGNIA DEGLI AMICI

Il messaggio di Don Nicola Bari 
e il programma della VI festa della Compagnia degli Amici




5X1000
DAI PIU' SPAZIO ALLA SOLIDARIETA':
DONA IL TUO CINQUE PER MILLE AL CENTRO LA TENDA
I SEMINARI DE LA TENDA

I  SEMINARI  de LA TENDA a FIERAVECCHIA


     


ARCHIVIO

       

COOPERATIVE SOCIALI
LINK UTILI
ARCHIVIO NEWS
23/02/2015 - 23:09:26
caosinforma 82

QUO VADIS, il servizio di accoglienza e di primo orientamento del Centro la Tenda, è nato  per    conoscere sin dal primo incontro i  reali bisogni, le   esigenze, le  condizioni iniziali, di  quanti si rivolgono al nostro Centro. E iniziare a costruire insieme un progetto educativo personalizzato. 
A questo servizio, nato tre anni orsono, è dedicato l'82esimo numero di caosinformaÈ un modo per tentare una ricognizione del lavoro fatto sinora, riflettere su quanto emerso, valutare le procedure e gli strumenti diagnostici utilizzati ma soprattutto conoscere meglio le persone che si rivolgono al nostro Centro per aiutarle ad orientarsi secondo un progetto sempre più personalizzato. 
Il modello di interazione sociale che essa propone, l'intensità delle relazioni affettive che lega le persone che ne fanno parte, i valori cui si ispira, la spiritualità che ne è alla base, ne fanno un'esperienza sempre valida. Lo testimonia, se non altro, la storia e la tenuta di questa millenaria esperienza di solidarietà, praticata in quasi tutte le latitudini del globo terrestre. 
Di fatto, la Comunità non è solo terapeutica, è anche un paradigma per le esperienze formative "extra-comunitarie", un "format" basato sull'esperienza della condivisione, del confronto, dell'interdipendenza positiva e, in quanto tale, esportabile in contesti laboratoriali, formativi, scolastici e, perché no, (mai dire mai) politici. Una proposta, dunque, quella comunitaria, che trova la sua radice in un modello di uomo che nel gruppo trova l'occasione e per integrare il suo processo di crescita personale.E in effetti la proposta comunitaria rappresenta il naturale antidoto al mito dell'affermazione individuale, al relativismo come filosofia di vita, al miraggio del successo a tutti i costi, ad una domanda di senso cui la società contemporanea spesso non sa rispondere. 
Non a caso, va detto anche questo, il modello di vita comunitaria è l'unica esperienza terapeutico - educativa che ha funzionato efficacemente per tirare fuori i giovani dalla piaga sociale della tossicodipendenza, e richiamarli da una fuga irresponsabile dalla realtà. Ma, a tutt'oggi quando si parla di droga, l'attenzione è ancora puntata spesso solo sull'aspetto medico e farmacologico della questione, quasi a sottolinearne la dimensione di malattia. Ma il concetto "droga uguale malattia" è pericoloso, fuorviante e anche falso. Ma l'aumento dei consumi di alcune droghe e la diffusione di dipendenze e comportamenti non legati alla chimica, come il gioco d'azzardo compulsivo, la internet dipendenza, la dipendenza affettiva o da cibo, ma anche l'abuso di alcolici, in particolare tra i giovani. ecc. rendono sempre più evidente la necessità di "demedicalizzare" l'approccio e di individualizzare gli interventi ponendosi il problema di strategie "curative" integrate e personalizzate. Il primo passo è quello di porre al centro la persona e non la malattia della persona a che si intende curare. E di conoscere, pertanto, sin dal primo incontro suoi reali bisogni, le sue esigenze, le sue condizioni iniziali, da più punti di vista: medico, psicologico, familiare, sociale, lavorativo, legale. E iniziare a costruire insieme un progetto educativo personalizzato.