CERCA
FORMAZIONE

UNO SPOT PER VII edizione


Leggi il regolamento 
e partecipa anche tu 




I DATI DEL SERVIZIO ARIANNA

Servizio di orientamento per i detenuti tossicodipendenti in carcere 


AGENDA CAOSINFORMA 2017



caosinforma 106




caosinforma CENTO per CENTRO

presentazione



 www.caosinforma.it


L'abbecedario di caosinforma2016 


Sfoglia gli altri  caosinforma


IMMIGRAZIONE

parole e fatti


Il pensiero della sera 

segui caosinforma  su twitter

twitter.com/caosinforma


 segui caosinforma su facebook


segui caosinforma sul blog 

caosinformablog.blogspot.it


AGENDA 

CAOSINFORMA 2016

Scaricala in formato PDF



IL SERVIZIO ULISSE PSICODIAGNOSI E PSICOTERAPIA INTEGRATA




TRACCE  DI INTEGRAZIONE

Esperienze di integrazione del

 Centro La Tenda

LA TENDA E LA COMUNICAZIONE SOCIALE 


Il blog di FIERAVECCHIA FAMIGLIA


presenta

LO SCAFFALE

I prodotti multimediali di caos 


In versione pdf

il Blog de Lo scaffale


  IMMAGINARIAMENTE


Il materiale didattico



PROGETTO GIOVANI
CAOSINFORMA GIOVANI 26



LE INIZIATIVE   DEL PROGETTO GIOVANI

ESTATE UTILE A FIERAVECCHIA 2016

I LABORATORI GRATUITI
  scrittura creativa

v. anche caosinforma giovani n.26


LA SETTIMANA DELLO SPORT



CORSO DI DISEGNO 


LEGGI IL REGOLAMENTO E PARTECIPA ANCHE TU!


 FOTOGRAFIA CREATIVA





per info e iscrizioni
  progettogiovani@centrolatenda.it
tel 089228038
La Tenda a Fieravecchia, 
via Fieravecchia,20, Salerno

COMPAGNIA DEGLI AMICI

Il messaggio di Don Nicola Bari 
e il programma della VI festa della Compagnia degli Amici




5X1000
DAI PIU' SPAZIO ALLA SOLIDARIETA':
DONA IL TUO CINQUE PER MILLE AL CENTRO LA TENDA
I SEMINARI DE LA TENDA

I  SEMINARI  de LA TENDA a FIERAVECCHIA


     


ARCHIVIO

       

COOPERATIVE SOCIALI
LINK UTILI
ARCHIVIO NEWS
13/05/2016 - 00:12:40
caosinforma 97

La neutralità dei media è solo apparente: il coinvolgimento personale è la radice stessa dell'affidabilità di un comunicatore. E proprio per questo continuiamo a credere  nella funzione  di caosinforma, la rivista del Centro a Tenda  cui dedichiamo questo numero speciale, che esce in concomitanza con la serata finale della campagna di comunicazione sociale "UNO SPOT PER". 
In fondo entrambe le iniziative, originate  dal Centro studi e formazione caos,  puntano su un'idea di comunicazione sociale basata  sul confronto   tra idee diverse e talvolta controverse. E  sull'obiettivo  non tanto di modificare le condotte individuali  quanto di sviluppare  l'interazione cooperativa,  la qualità delle relazioni sociali e l'accrescimento del  capitale sociale di un territorio. Un territorio che trova il suo collante nei beni comuni e relazionali,  costruiti attraverso la partecipazione e il coinvolgimento di tutti gli attori sociali,   soprattutto di quelli esclusi, o a rischio di esclusione. 
Anche quest'anno, i giovani sono chiamati a confrontarsi producendo un breve audiovisivo della durata di 60 secondi   per aggiudicarsi i diversi premi in palio, ma soprattutto per partecipare da protagonisti ad un'iniziativa organizzata da giovani per altri giovani, all'insegna della responsabilità sociale. E non a caso il concorso, quest'anno,   intende favorire una riflessione sui social network, ovvero sulla loro funzione nella vita sociale (o asociale) dei giovani. È interessante, a proposito, ricordare che anche nel  recente viaggio in Messico, Papa Francesco ha invitato il popolo a sfruttare le nuove tecnologie del web che possono offrire "maggiori possibilità di incontro e di solidarietà tra tutti". In precedenti discorsi, lo stesso Pontefice aveva riconosciuto che "esistono anche aspetti problematici: la velocità dell'informazione supera la nostra capacità di riflessione e giudizio e non permette un'espressione di sé misurata e corretta. E difatti l'ambiente comunicativo" sono le parole del Papa "può aiutarci a crescere o, al contrario, a disorientarci". E quindi ammoniva sempre Papa Francesco: "Il desiderio di connessione digitale può finire per isolarci dal nostro prossimo, da chi ci sta più vicino. Senza dimenticare che chi, per diversi motivi, non ha accesso ai media sociali, rischia di essere escluso". "Come si manifesta la 'prossimità' nell'uso dei mezzi di comunicazione e nel nuovo ambiente
creato dalle tecnologie digitali?" è la domanda che papa Francesco ha posto e si è posto, indicando una risposta nella parabola del Buon Samaritano, che è anche una parabola del comunicatore. Chi comunica, infatti, si fa prossimo  cosicché "anche il mondo dei media non può essere alieno dalla cura per l'umanità, ed è chiamato ad esprimere tenerezza". Di fatto, aggiungiamo noi, la neutralità dei media è solo apparente: il coinvolgimento personale è la radice stessa dell'affidabilità di un comunicatore. E proprio per questo continuiamo a credere in questa campagna di comunicazione sociale che vede anno dopo sempre più giovani responsabilmente convolti con sempre maggiore entusiasmo, creatività e spirito critico. Ma per la stessa ragione  continuiamo a credere nella funzione  di caosinforma, la rivista del Centro a Tenda  cui dedichiamo questo numero speciale, che esce in concomitanza con la serata finale della campagna di comunicazione sociale "UNO SPOT PER". In fondo entrambe le iniziative, originate  dal Centro studi e formazione caos,  puntano su un'idea di comunicazione sociale basata  sul confronto   tra idee diverse e talvolta controverse. E  sull'obiettivo  non tanto di modificare le condotte individuali  quanto di sviluppare  l'interazione cooperativa,  la qualità delle relazioni sociali e l'accrescimento del  capitale sociale di un territorio. Un territorio che trova il suo collante nei beni comuni e relazionali,  costruiti attraverso la partecipazione e il coinvolgimento di tutti gli attori sociali,   soprattutto di quelli esclusi, o a rischio di esclusione. Mario Scannapieco