CERCA
FORMAZIONE


caosinforma 131


Leggi la versione in pdf



L'Agenda 2019 

del Centro La Tenda


scaricala in pdf


L'agenda online del Centro la Tenda 


caosagenda.wordpress.com

Leggi l'introduzione


caosinforma online



Sfoglia gli altri  caosinforma


Scarica  tutti i caosinforma in pdf


 www.caosinforma.it


caosinforma giovani 33



Scarica l'abecedario familiare in PDF


La Tenda  su facebook



caosinforma INCONTRA 

Le interviste di caosinforma

scarica caosinforma incontra  in pdf


L'AGENDA  2018 

 DEL CENTRO LA TENDA


scarica l'agenda 2018 in pdf



GLI SPOT VINCITORI EDIZIONE 2018





PREMIO MIGLIOR SPOT...2018  

Il futuro,  la mia passione  

I RAGAZZI DEL QUARTIERE


PREMIO SPECIALE COMPAGNIA DEGLI AMICI PER LA SOLIDARIETA' 

UN OCCHIO AL FUTURO
3G SABATINI-MENNA



PREMIO SPECIALE ENRICO GRECO PER L'ORIGINALITA' 


CHE COSA RESTA   

 FFG


PREMIO UNO SPOT PER...LA SCUOLA  

Dici che torneremo a guardare il cielo 

 LICEO ALFANO I


il blog



I DATI DEL SERVIZIO ARIANNA

Servizio di orientamento per i detenuti tossicodipendenti in carcere 


LA TENDA: una storia dai mille volti


IMMIGRAZIONE

parole e fatti


Il pensiero della sera 

segui caosinforma  su twitter

twitter.com/caosinforma


 segui caosinforma su facebook


segui caosinforma sul blog 

caosinformablog.blogspot.it



IL SERVIZIO ULISSE PSICODIAGNOSI E PSICOTERAPIA INTEGRATA


TRACCE  DI INTEGRAZIONE

Esperienze di integrazione del

 Centro La Tenda

LA TENDA E LA COMUNICAZIONE SOCIALE 


Il blog di FIERAVECCHIA FAMIGLIA


presenta

LO SCAFFALE

I prodotti multimediali di caos 


In versione pdf

il Blog de Lo scaffale


  IMMAGINARIAMENTE


Il materiale didattico


skype:live:mario.scannapieco_2?call


   

PROGETTO GIOVANI

UNO SPOT PER 
nona edizione


UNO SPOT PER 

nona edizione
leggi il regolamento



caosinforma giovani n.31

FIERAVECCHIA IN RIVA AL MARE


CAOSINFORMA GIOVANI 26



LE INIZIATIVE   DEL PROGETTO GIOVANI

ESTATE UTILE A FIERAVECCHIA 2016

I LABORATORI GRATUITI
  scrittura creativa

v. anche caosinforma giovani n.26


LA SETTIMANA DELLO SPORT



CORSO DI DISEGNO 


LEGGI IL REGOLAMENTO E PARTECIPA ANCHE TU!


 FOTOGRAFIA CREATIVA





per info e iscrizioni
  progettogiovani@centrolatenda.it
tel 089228038
La Tenda a Fieravecchia, 
via Fieravecchia,20, Salerno

CERCA
LE SEDI
LE SEDI

INFOAREE
LE INFORMAZIONI DALLE AREE
accesso riservato


COMPAGNIA DEGLI AMICI

Il messaggio di Don Nicola Bari 
e il programma della VI festa della Compagnia degli Amici




5X1000
DAI PIU' SPAZIO ALLA SOLIDARIETA':
DONA IL TUO CINQUE PER MILLE AL CENTRO LA TENDA
I SEMINARI DE LA TENDA

I  SEMINARI  de LA TENDA a FIERAVECCHIA


     


ARCHIVIO

       

COOPERATIVE SOCIALI
LINK UTILI
ARCHIVIO NEWS
03/09/2015 - 09:44:12
caosinforma 88/89

La questione migranti è sempre più  all'ordine del giorno. E purtroppo sempre, o quasi, per i problemi che pone. Salvo rare occasioni, si parla di migranti sempre in termini di: "minaccia per l'ordine pubblico", "pericolo per l'economia", "rischio per l'occupazione", "problemi per il sistema scolastico", "sovraffollamento delle carceri", ecc.
Al tema dell'immigrazione, invece, come occasione di crescita per tutti  è dedicato il numero 88/89 di caosinforma
Attraverso l'approfondimento  di questi temi, e la documentazione di alcune concrete iniziative pro-mosse dal nostro Centro in partenariato con altre Associazioni e cooperative sociali di migranti del nostro territorio,    contiamo di fornire una chiave di lettura dell'immigrazione un po' diversa da quella, ordinaria, con cui lo stesso fenomeno viene, di norma, inquadrato.  E che spesso ci fa perdere di vista la prospettiva di un incontro  fecondo   con i nostri "fratelli" di altre terre. 

La questione migranti è sempre più  all'ordine del giorno. E purtroppo sempre, o quasi, per i problemi che pone.  Salvo rare occasioni, si parla di migranti sempre in termini di: "minaccia per l'ordine pubblico", "pericolo per l'economia", "rischio per l'occupazione", "problemi per il sistema scolastico", "sovraffollamento delle carceri", ecc.

E del resto uno dei sostantivi maggiormente utilizzato, in associazione al fenomeno, è   il termine "respingimento". 
"Rimandarli a casa", o peggio "buttarli a mare" o ancora "spazzare con una ruspa i campi profughi" sono gli  slogan ricorrenti di una consistente  corrente di pensiero   che percepisce l'immigrato, soprattutto se clandestino, come un nemico da combattere, un fastidio  da eliminare, una realtà da respingere.
Respingere, cioè spingere all'indietro, rifiutare, allontanare, è diventato così una parola d'ordine, uno slogan risolutivo proposto da una consistente fetta dell'opinione  pubblica e della politica nazionale. 
Il nuovo arrivato è un nemico e basta, una minaccia al suo territorio.
Ma, in effetti, i fenomeni  che contraddistinguono il pensiero dominante dei "respingitori", non hanno molto fondamento. Se è vero infatti che si può sostenere che essi sono una "minaccia per l'ordine pubblico" o un "pericolo per l'economia" o ancora "rischio per l'occupazione", ecc. si può, con documentate argomentazioni, sostenere il contrario.  Basti pensare che nell'ultimo anno gli stranieri hanno pagato tasse per una cifra tre volte superiore a quella di cui hanno beneficiato in termini di assistenza sanitaria e altro. Il saldo per le casse pubbli-che è stato largamente positivo. Ma certo non dovrebbero essere questi, un po' meschini, i pensieri dominanti. Il problema è, in realtà che l'Italia, come altri Paesi, è destinata a ospitare un crescente numero di str-nieri, comunitari e non. 
Semmai dobbiamo cercare di capire, e di rafforzare la nostra identità culturale, religiosa, artistica, linguistica, non in chiave oppositiva, ma come atteggiamento necessario per confrontarsi con rispetto con le altre etnie e culture, chiedendo a queste di agire in modo analogo, evitando che l'integrazione diventi confusa omologazione, appiattimento della cultura, dei comportamenti, dei consumi…Il tema di cui stiamo parlando è dunque, più propriamente quello dell'identità: di un popolo, di una comunità. Solo quando questa è fragile, lo straniero, l'immigrato, il diverso diventano una minaccia. Un fattore di crisi ma solo perché percepito così dallo sguardo impaurito di chi ha poca fiducia in sé.
Al tema dell'immigrazione come occasione di crescita per tutti  è dedicato questo numero di caosinforma: 
Attraverso l'approfondimento  di questi temi, e la documentazione di alcune concrete iniziative pro-mosse dal nostro Centro in partenariato con altre Associazioni e cooperative sociali di migranti del nostro territorio,    contiamo di fornire una chiave di lettura dell'immigrazione un po' diversa da quella, ordinaria, con cui lo stesso fenomeno viene, di norma, inquadrato.  E che spesso ci fa perdere di vista la prospettiva di un incontro  fecondo   con i nostri "fratelli" di altre terre.