CERCA
FORMAZIONE


caosinforma 131


Leggi la versione in pdf



L'Agenda 2019 

del Centro La Tenda


scaricala in pdf


L'agenda online del Centro la Tenda 


caosagenda.wordpress.com

Leggi l'introduzione


caosinforma online



Sfoglia gli altri  caosinforma


Scarica  tutti i caosinforma in pdf


 www.caosinforma.it


caosinforma giovani 33



Scarica l'abecedario familiare in PDF


La Tenda  su facebook



caosinforma INCONTRA 

Le interviste di caosinforma

scarica caosinforma incontra  in pdf


L'AGENDA  2018 

 DEL CENTRO LA TENDA


scarica l'agenda 2018 in pdf



GLI SPOT VINCITORI EDIZIONE 2018





PREMIO MIGLIOR SPOT...2018  

Il futuro,  la mia passione  

I RAGAZZI DEL QUARTIERE


PREMIO SPECIALE COMPAGNIA DEGLI AMICI PER LA SOLIDARIETA' 

UN OCCHIO AL FUTURO
3G SABATINI-MENNA



PREMIO SPECIALE ENRICO GRECO PER L'ORIGINALITA' 


CHE COSA RESTA   

 FFG


PREMIO UNO SPOT PER...LA SCUOLA  

Dici che torneremo a guardare il cielo 

 LICEO ALFANO I


il blog



I DATI DEL SERVIZIO ARIANNA

Servizio di orientamento per i detenuti tossicodipendenti in carcere 


LA TENDA: una storia dai mille volti


IMMIGRAZIONE

parole e fatti


Il pensiero della sera 

segui caosinforma  su twitter

twitter.com/caosinforma


 segui caosinforma su facebook


segui caosinforma sul blog 

caosinformablog.blogspot.it



IL SERVIZIO ULISSE PSICODIAGNOSI E PSICOTERAPIA INTEGRATA


TRACCE  DI INTEGRAZIONE

Esperienze di integrazione del

 Centro La Tenda

LA TENDA E LA COMUNICAZIONE SOCIALE 


Il blog di FIERAVECCHIA FAMIGLIA


presenta

LO SCAFFALE

I prodotti multimediali di caos 


In versione pdf

il Blog de Lo scaffale


  IMMAGINARIAMENTE


Il materiale didattico


skype:live:mario.scannapieco_2?call


   

PROGETTO GIOVANI

UNO SPOT PER 
nona edizione


UNO SPOT PER 

nona edizione
leggi il regolamento



caosinforma giovani n.31

FIERAVECCHIA IN RIVA AL MARE


CAOSINFORMA GIOVANI 26



LE INIZIATIVE   DEL PROGETTO GIOVANI

ESTATE UTILE A FIERAVECCHIA 2016

I LABORATORI GRATUITI
  scrittura creativa

v. anche caosinforma giovani n.26


LA SETTIMANA DELLO SPORT



CORSO DI DISEGNO 


LEGGI IL REGOLAMENTO E PARTECIPA ANCHE TU!


 FOTOGRAFIA CREATIVA





per info e iscrizioni
  progettogiovani@centrolatenda.it
tel 089228038
La Tenda a Fieravecchia, 
via Fieravecchia,20, Salerno

CERCA
LE SEDI
LE SEDI

INFOAREE
LE INFORMAZIONI DALLE AREE
accesso riservato


COMPAGNIA DEGLI AMICI

Il messaggio di Don Nicola Bari 
e il programma della VI festa della Compagnia degli Amici




5X1000
DAI PIU' SPAZIO ALLA SOLIDARIETA':
DONA IL TUO CINQUE PER MILLE AL CENTRO LA TENDA
I SEMINARI DE LA TENDA

I  SEMINARI  de LA TENDA a FIERAVECCHIA


     


ARCHIVIO

       

COOPERATIVE SOCIALI
LINK UTILI
ARCHIVIO NEWS
11/03/2016 - 12:19:17
caosinforma 94 COMUNICARE È SALUTE

Il  prossimo numero di caosinforma è dedicato ad una forma speciale  di comunicazione, la comunicazione nell’ambito dei contesti di cura. E, in particolare, nell’ambito di quei contesti dove la cura coincide con la comunicazione.  Come, ad esempio, un setting psicoterapeutico, un colloquio psico educativo   o la stessa  Comunità Terapeutica.

“Le parole per dirlo”  è  il  titolo di un famoso libro autobiografico  della scrittrice francese Marie Cardinal. In questo romanzo autobiografico  l’autrice narra la sua esperienza di paziente che, grazie ad un percorso psicoanalitico, guarisce da allucinazioni, gravi problemi fisici, fobie e pensieri ossessivi, apparentemente incomprensibili.

In questo caso la comunicazione diventa cura essa stessa in quanto   la parola si sostituisce al farmaco e il rapporto con il terapeuta    diventa occasione  di rielaborazione di antiche dinamiche emotive vissute durante i primi, fondamentali anni della propria vita, allorquando una comunicazione distorta aveva condizionato negativamente le convinzioni del “paziente” su se stesso, il mondo, le relazioni sociali.

Non è un caso, detto per inciso, che una delle serie trasmissioni televisive di maggiore successo oggi, “In treatment”, riproduca un setting di cura psicoterapeutica, dove non vengono riprodotte  scene spettacolari o ad alta densità drammatica, ma semplicemente un setting analitico, dove primeggia la parola: una parola  che restituisce senso e comprensione a comportamenti altrimenti inspiegabili.

E dove la parola diventa il veicolo di una comunicazione  tra persone vere, compreso il terapeuta che viene rappresentato come una persona segnata da conflitti personali, dubbi, indecisioni, e che svolge efficacemente il suo ruolo senza negare la sua umanità.

Ma la comunicazione come cura è una similitudine che regge anche in ambiti non strettamente psicoterapeutici.

È esperienza diffusa, per esempio,  la constatazione di quanto sia valida una comunicazione nel rendere  più efficaci la stessa terapia medica. O quanto   sia determinante per la cura di pazienti anziani, o affetti da gravi patologie invalidanti,  la funzione dei cosiddetti caregiver (=donatori di cure), vale a dire parenti o persone amiche che, pur senza specifiche competenze mediche contribuiscono al benessere della persona presa in cura   con una comunicazione amorevole. 

E quanto invece l’assenza di tali aspetti in ambienti  tecnicamente più attrezzati  (come ad esempio gli  hospice)  non determini affatto un miglioramento  della qualità di vita del paziente, laddove viene a mancare  la comunicazione emotiva tra persone.

Di fatti  la comunicazione   empatica  tale (basata sul “sentire dentro l’altro”),   rende possibile uno scambio vero tra persone, e diventa di un’efficacia straordinaria in tutti gli ambiti.

Al  di là della comunicazione come cura, dunque, che è l‘angolazione dalla quale il prossimo numero di caosinforma si pone,  è innegabile che la cura della comunicazione aiuta molto a migliorare la qualità della vita.

Va ricordato, infatti, che il termine  comunicare, (così come lo stesso termine “comunità”)  deriva da  “cum munis” che etimologicamente sta ad indicare chi compie il suo dovere,  essendo composta da cum=insieme e munis=ufficio,incarico,dovere.

Quando si comunica, allora, bisogna essere consapevoli che la comunicazione è un'espressione sociale,  ma anche  un servizio per qualcuno o qualcosa fuori da sé, un dovere che serve a renderci, tutti, più umani.

M.S.